• mar

    12

    2018
  • 327
[Video] Intervento di Nicola Santostefano - Assemblea Cittadina del 9 Marzo 2018

[Video] Intervento di Nicola Santostefano - Assemblea Cittadina del 9 Marzo 2018

“Questione morale: Legalità, trasparenza e partecipazione dei cittadini nella gestione della cosa pubblica” 

Dove eravamo rimasti? Verrebbe da dire a cinque anni fa, alla prima storica assemblea pubblica del 2013. Uguali sono gli argomenti.

Uguali sono i problemi irrisolti: alloggi popolari, bilancio partecipato, tutela dei senzatetto, accoglienza immigrati, vivibilità. E siamo sicuri che, ad oggi, la ‘ndrangheta non insidi più la nostra casa comunale? siamo sicuri che la mentalità mafiosa non imperversi nella burocrazia cittadina? 

E non mi riferisco a singoli soggetti amministratori, tutti rispettabilissimi; ma è il contesto generale che non ispira fiducia.

In verità poco è cambiato, come è evidente a tutti. Fingere che non sia vero è colpevole. La questione morale è questa ed è ancora attuale.

Stasera, Signor Sindaco non ci venga a dire che “tutto va bene” che “le cose si stanno facendo”, “dateci tempo”, “non abbiamo risorse”.

Sia chiaro e aperto, Signor Sindaco. Ci venga a dire cosa non va, che difficoltà trova nell’amministrazione, nel rapporto con i dirigenti dei vari settori. Ci dica quali sono le “forze invisibili” che remano contro. 

Riesce a smarcarsi da chi chiede favori o incarichi senza meritarli ? 

Si apra alla città Signor Sindaco; ci dica chi non si dimostra leale; chi ha frenato la risoluzione di problematiche come, ad esempio, Corso Garibaldi, Canile di Mortara, Mercato ortofrutticolo di San Gregorio; Viabilità. 

Chi ha governato il pasticcio della preselezione della società Castore e Pollùce e la vicenda Miramare ? 

Chi può impedirle di assegnare incarichi in base al puro merito e competenza, con criteri trasparenti ? 

Cosa frena la redazione e l’approvazione dei necessari strumenti urbanistici quali il PSC ?

Cosa impedisce la piena attuazione dell’Urban Center, come laboratorio permanente di partecipazione per i lavori pubblici e la pianificazione urbanistica. 

Chi non vuole scardinare il “sistema illegale” che ancora governa il settore degli alloggi popolari che non garantisce il diritto alla casa per le famiglie bisognose ?

Perché non si riescono ad effettuare le verifiche sulla permanenza dei requisiti degli assegnatari, eliminando le situazioni di palese irregolarità.

Chi impedisce di rendere certi, conoscibili e trasparenti i criteri di scelta e rotazione dei dirigenti comunalinelle aree a più elevato rischio di corruzione.  

Perché non viene applicato un sistema di “trasparenza e accessibilità con la pubblicazione, sul sito del Comune, di tutti gli atti amministrativi aventi rilevanza esterna.

Perché non viene facilitata la consultazione e la ricerca nell’Albo on line, rendendo trasparenti, leggibili e comprensibili da tutti i contenuti del bilancio comunale; ed evidenziando l’elenco delle imprese a cui viene aggiudicata la fornitura di beni o servizi, specificando l’oggetto, la durata e il compenso. 

Perché non viene attivato nel sito del Comune, un portale dedicato all’informazione e alla partecipazione su tutti i progetti pubblici e di interesse pubblico (Patto per la Città Metropolitana, Decreto Reggio, PON Metro, etc), alla redazione del Piano Strutturale Comunale, agli strumenti di pianificazione di settore (Piano della mobilità) e alla definizione della Strategia di Sviluppo Urbano Sostenibile.

****

Quali sono i motivi che impediscono di realizzare questi obiettivi minimi e a costo zero ?

Sarebbe sufficiente partire dalle numerose istanze emerse nelle precedenti Assemblee pubbliche; quindi istituire e far funzionare le Consulte previste dalla Statuto, incentivare l’Urban Center per i progetti pubblici e di interesse pubblico, la pianificazione urbanistica e molto altro ancora.

Insomma, i cittadini devono diventare parte attiva del cambiamento.

La partecipazione è garanzia di trasparenza e condivisione delle decisioni, è strumento di corresponsabilità tra Amministrazione e cittadini. 

Quando si prendono decisioni condivise difficilmente, queste, saranno criticate. 

Stasera, Signor Sindaco, non ci aspettiamo proclami o propaganda ma impegni precisi, dichiarazioni trasparenti, forse clamorose. Non perda questa occasione.

Conviene a Lei ed alla città per renderci cittadini orgogliosi.

Ubuntu !

 Nicola Santostefano

(avvocato - Movimento Reggionontace)

PHOTOGALLERY

Ultimi articoli
Categorie
Archivi
Tag